Loading...

lunedì 21 dicembre 2015

Pubblico da record per il tradizionale concerto gospel della BPrM

Anche quest'anno una platea entusiasta ed appassionata suggella il successo del concerto Gospel organizzato ed offerto dalla Banca della Provincia di Macerata.

Nell'elegante cornice del Teatro Lauro Rossi, la magia dei Virginia State Gospel Chorale ha avvolto gli spettatori, coinvolgendoli durante la loro spettacolare esibizione.

Il fascino di quell'atmosfera unica e calda che solo il Gospel sa creare si rinnova ogni anno; testimone il lunghissimo applauso del pubblico, che si è scatenato a ritmo di musica per tutta la durata dello show. Tutto esaurito per il Teatro Lauro Rossi e l'Auditorium San Paolo (allestito per l'occasione con un maxischermo), che hanno visto gli spettatori partecipi e coinvolti nei suoni, nei colori e nel ritmo incessante che accomuna e trascina.

Il grandioso successo dello spettacolo di sabato sera non fa altro che continuare l'ormai consolidata tradizione della Banca della Provincia di Macerata, volta ad offrire al territorio una serie di eventi di rilievo, come lo show del famoso duo comico Lillo & Greg organizzato la scorsa estate a Civitanova Marche.

Con la loro indiscutibile bravura e la ventata di freschezza, entusiasmo e positività che hanno trasmesso, i Virginia State Gospel Chorale hanno conquistato tutti i presenti compreso il Presidente della Banca della Provincia di Macerata Loris Tartuferi, il quale ha confermato l'importanza di questa esibizione: "Sono rimasto piacevolmente colpito dalla capacità dei Virginia State Gospel Chorale di emozionare e divertire il pubblico, appassionando gli spettatori con la loro performance. Credo proprio che il nostro obiettivo di coinvolgere la cittadinanza tutta e far sentire la nostra vicinanza al territorio sia stato pienamente raggiunto".


CLICCA QUI PER VEDERE LE FOTO DELLA SERATA

lunedì 14 dicembre 2015

Grande attesa per lo spettacolo Gospel della BPrM

Ancora qualche settimana e si alzerà il sipario al Teatro Lauro Rossi per l'immancabile appuntamento con il tradizionale concerto gospel promosso ed organizzato dalla Banca della Provincia di Macerata, giunto alla sua quinta edizione.

Sabato 19 Dicembre, alle ore 21, calcheranno il palcoscenico il Virginia State Gospel Chorale.

Con l'imponente presenza scenica dei 35 elementi del gruppo ed un altissimo livello tecnico, la corale è tra i più famosi cori gospel a livello internazionale, grazie anche alla loro recente partecipazione ad America's Got Talent, durante la quale ha entusiasmato milioni di telespettatori, arrivando a conquistare i quarti di finale del concorso.

Il Virginia State Gospel Chorale è da tempo riconosciuto a livello internazionale come uno dei migliori cori statunitensi; vincitore di numerosi concorsi musicali, ha recentemente conseguito un ulteriore premio qualificandosi al primo posto nella categoria Miglior coro Gospel allo Steve Harvey Neighborhood Awards 2015, tenutosi lo scorso 9 Agosto ad Atlanta.
Ad arricchire questa esibizione è la presenza di J. David Bratton, un gigante della musica gospel che vanta collaborazioni con leggende della musica popolare come Roberta Flack e Patti LaBelle, Edwin Hawkins, Stevie Wonder ecc.; autore di "Every Praise", canzone gospel più ascoltata e vincitrice del premio "miglior canzone gospel dell'anno" ai Dove Awards 2014.
Novità di quest'anno sarà inoltre l'eccezionale presenza di Brittany M. Walker, soprano di fama internazionale la cui tonalità vocale spazia nei più disparati generi, dall'opera lirica al jazz.

La notte del Gospel, uno spettacolo unico, emozionante, dal forte impatto scenografico e coreografico nella migliore tradizione delle grandi corali gospel statunitensi!

L'ingresso allo spettacolo è libero, senza possibilità di prenotazione dei biglietti. Si potranno ritirare i biglietti presso l'ingresso del Teatro Lauro Rossi solo dalle ore 20.00 del giorno stesso del concerto, fino ad esaurimento dei tagliandi. Ogni persona potrà ritirare un massimo di 4 biglietti. Per l'occasione verranno allestiti anche un maxischermo in Piazza della Libertà ed uno all'interno dell'Auditorium San Paolo, così da garantire a tutti, in caso di esaurimento dei posti disponibili nel Teatro, la possibilità di seguire il concerto su schermo gigante.

Info: 0733/250220

CLICCA QUI PER SCARICARE LA LOCANDINA

CLICCA QUI PER VEDERE IL VIDEO

lunedì 9 novembre 2015

La BPrM fa sistema in sinergia con la Maceratese Calcio e l'Universita' di Macerata

"Oggi per noi è una giornata importante perché mi trovo fra le eccellenze dell'Università di Macerata che, in controtendenza con il trend nazionale, vanta iscrizioni in aumento, e l'eccezionale Maceratese che si sta imponendo a suon di risultati nel torneo di Lega Pro e che sta coinvolgendo un'intera città. Noi della Banca della Provincia di Macerata proviamo a dare l'eccellenza nel nostro campo, puntando a migliorare la qualità della vita attraverso la bontà delle nostre proposte".

Il direttore generale della Banca della Provincia di Macerata, Ferdinando Cavallini, non nasconde la soddisfazione per una sinergia che coinvolge settori trainanti, stimolando la fascia giovanile, "perché teniamo a sottolineare che il 70% dei nostri dipendenti è sotto la soglia dei 30 anni ed il 50% è formato da donne".

La numero uno biancorossa, Maria Francesca Tardella, ricorda la sensibilità della Banca della Provincia di Macerata "al momento dell'iscrizione al campionato di Lega Pro. Senza l'apporto dell'ente diretto dal dott. Cavallini credo che oggi non ci troveremmo qui. Dopo un'iniziale, comprensibile titubanza nell'abbracciare la causa calcistica, quando abbiamo esposto il nostro progetto lo ha fatto subito suo. Con la Banca della Provincia di Macerata siamo riusciti ad effettuare delle operazioni altrimenti impossibili. È inoltre per noi molto importante la collaborazione con Unimacerata e con Unicam, quest'ultima per gli studi sull'alimentazione dello sportivo, visto che noi abbiamo un settore giovanile con 400 ragazzi, per far capire che come gli atenei preparano i giovani alla vita futura anche noi, proponendo sport secondo un'ottica professionistica, che non lascia nulla al caso, possiamo formare i ragazzi.
È importante – ha concluso la presidente Tardella – creare sinergie sul territorio e fare sistema. Per perseguire tale obiettivo ricordo anche il nostro House Organ dove in ogni numero una pagina è riservata ad uno sport che non sia il calcio e dove in generale ci sono spazi per promuovere il nostro territorio".

"Grazie alla Banca della Provincia di Macerata – ha spiegato Cristiana Mammana, professoressa di Matematica al Dipartimento di Economia e Diritto dell'Università di Macerata – si potranno effettuare da parte degli studenti universitari (la "squadra" è composta da cinque effettivi, ndr) operazioni di trading on line su una piattaforma che consente competizioni tra formazioni di diversi atenei. La banca ci ha consentito la giusta correlazione tra la teoria e la pratica e fornirà un supporto ai nostri ragazzi attraverso la figura di un esperto nel trading, con l'obiettivo sensibile di trarre profitto dalla competizione".

Infatti, come ha puntualizzato Roberto Chientaroli, responsabile Area Finanza e Marketing della Banca della Provincia di Macerata, "i ragazzi hanno a disposizione 5.000 euro per operazioni di compra vendita che possono generare utili o perdite. Chi perde più del 40% viene eliminato, mentre chi riesce a produrre profitto oltre i 5.000 euro di partenza potrà beneficiarne. La competizione avverrà tra squadre di un centinaio di atenei italiani per poi passare a sfide con l'estero, in un periodo compreso tra il 28 ottobre (il termine per l'iscrizione è fine anno, ndr) ed il 6 maggio 2016. All'università della squadra vincitrice sarà conferito un premio di 20.000 euro. È ovvio che noi puntiamo a scovare giovani talenti".

Mentre il trainer della Maceratese, Cristian Bucchi, intervenuto con il diesse Giulio Spadoni, capitan Vasco Faisca, Lorenzo Carotti e Raffaele Imparato, nel suo saluto ha rimarcato "l'importanza della sinergia con gli attori del territorio perché noi cerchiamo l'abbraccio dell'intera città alla squadra attraverso il lavoro ed i risultati".

La presidente Tardella non dimentica i meno fortunati. "Abbiamo già lanciato una campagna via facebook e la ribadiamo oggi in favore del piccolo Simone, maceratese di cinque anni, gravemente ustionato in seguito ad un incidente domestico che non può contare sulla gratuità delle costose creme di cui ha bisogno perché inserite nell'elenco dei trattamenti estetici non curativi. La prossima settimana organizzeremo un'amichevole in città per aiutarlo. Alla gara di solidarietà invitiamo fin da ora tutti i giovani studenti universitari".

lunedì 12 ottobre 2015

Un defibrillatore per lo sport

La Banca della Provincia di Macerata continua a sostenere il mondo dello Sport e delle Associazioni Sportive Dilettantistiche.
La nuova normativa da poco emanata, infatti, prevede dal prossimo anno l'obbligo per tutte le A.S.D. di dotarsi di defibrillatori semiautomatici esterni e di predisporre il personale all'utilizzo degli stessi durante le emergenze,in modo da svolgere in piena sicurezza la propria attività sportiva.

L'importanza di avere a disposizione un defibrillatore automatico durante le manifestazioni sportive è provata da tempo. La letteratura scientifica ha dimostrato che, in caso di arresto cardiaco, un intervento di primo soccorso rapido ed adeguato può ridurre considerevolmente i rischi di decesso, poichè ogni minuto è di vitale importanza per salvare una vita.

In questa ottica la Banca della Provincia di Macerata ha deciso di aiutare e sostenere le società sportive del territorio erogando di n.5 contributi da €1.500 IVA inclusa ciascuno per l'acquisto di un defibrillatore, da destinare ad Associazioni Sportive Dilettantistiche con sede legale nella provincia di Macerata o Fermo, che abbiano avuto l'accesso al beneficio del cinque per mille per l'anno 2015.

Per ulteriori chiarimenti ed informazioni, contattare il numero 0733/250220-234 oppure inviare un'email all'indirizzo marketing@bancamacerata.it

lunedì 14 settembre 2015

Nuove possibilità lavorative per la BPrM

Nonostante l'incertezza che purtroppo ancora contraddistingue l'economia globale e locale, la Banca della Provincia di Macerata continua a crescere e a radicarsi nel territorio marchigiano.
L'Istituto, determinato a credere nei giovani e desideroso di essere sempre più presente nel contesto locale dislocandosi in più punti della provincia, è alla ricerca di n.10 promotori finanziari da inserire nei BPrM Punto Servizi (Uffici dei Promotori Finanziari) di Camerino, San Severino Marche e Recanati.

Ribadendo la sua attenzione ai giovani ed al loro inserimento nel mondo lavorativo, la Banca della Provincia di Macerata è alla ricerca di figure dinamiche, intraprendenti, motivate ed appassionate, pronte ad iniziare un nuovo percorso professionale e a mettersi positivamente in evidenza.

Il candidato ideale dovrà possedere i seguenti requisiti:
- Essere iscritto all'Albo dei Promotori Finanziari (requisito obbligatorio)
- Essere residente e/o operativo nell'area di Camerino, San Severino Marche e Recanati
- Essere automunito
- Aver conseguito preferibilmente una laurea in discipline economiche e finanziarie

Causa di esclusione sarà la mancata indicazione nella domanda dell'abilitazione all'iscrizione all'Albo dei Promotori Finanziari.

Al Promotore finanziario che andrà ad operare presso il Punto Servizi prescelto sarà stipulato un mandato di agenzia a tempo indeterminato.

Per candidarsi basterà inviare il proprio curriculum all'indirizzo email bprm_assume@bancamacerata.it entro e non oltre il 31 ottobre 2015. Per eventuali informazioni contattare il numero 0733-250220.

Purtroppo al momento non ci sono posizioni aperte per candidati che non risultino iscritti all'Albo dei Promotori Finanziari. Non appena si presenteranno nuove offerte di lavoro, questa pagina verrà aggiornata con tutte le informazioni necessarie.


giovedì 3 settembre 2015

Un gioco di squadra per supportare la ripresa economica del Territorio



Negli ultimi decenni il progresso scientifico e tecnologico è stato talmente intenso e veloce da produrre cambiamenti così innovativi che hanno profondamente inciso sui radicati comportamenti abitudinari precedenti ed addirittura modificato culture, visioni e sistemi di vita.
La comunicazione in tempo reale e le tecnologie innovative che hanno riguardato i vari settori e, per quanto qui interessa, particolarmente i settori finanziario ed economico della produzione e dei servizi, hanno dato il via all’ormai inarrestabile fenomeno della “globalizzazione” che, unitamente ai tanti inestimabili effetti positivi, ha però purtroppo prodotto anche qualche squilibrio nelle preesistenti situazioni.
A seguito di ciò, in sovrapposizione ed a complemento delle economie territoriali, che naturalmente continuano ad esistere quali componenti dello stesso, è così diventato maggiormente accessibile un unico immenso mercato mondiale in cui chiunque, avendone ogni necessario presupposto, può pertanto ambire a competere.
L’accesso al mercato globalizzato comporta necessariamente il possesso di quei fondamentali elementi che sono di per se determinanti per il successo imprenditoriale: la potenza del marchio, che qualifica il prodotto e – molto spesso – anche stili di vita, e/o la potenza aziendale, intesa, ln via generale ed in estrema sintesi, come solidità, dimensione ed organizzazione dell’impresa.

Nel nostro Territorio il tessuto imprenditoriale, in gran parte ancora formato dagli storici Fondatori delle aziende che ora vivono la fase del ricambio generazionale, operano imprese di eccellente rilevanza internazionale, le quali, pur essendo presenti con successo nel mercato mondiale, rappresentano però soltanto una parte, seppure importantissima, della nostra complessiva economia territoriale.
La restante gran parte del tessuto imprenditoriale locale è costituita da una miriade di piccole e piccolissime imprese che, non essendo attrezzate per competere a più ampio raggio, alimentano l’economia caratteristica del nostro Territorio e ne costituiscono purtroppo la parte più debole e critica.
Da sempre, naturalmente con alcune interessanti diversificazioni, essa ruota prevalentemente intorno alla produzione ed allo scambio dei cosiddetti “beni maturi” e, ormai da tempo, ha cominciato a manifestare significativi segnali di debolezza, da ultimo molto accentuati per gli effetti della grande crisi che stiamo vivendo.
Per garantirsi il futuro e continuare a creare ricchezza, ancorché soltanto in un mercato ristretto, che sta diventando sempre più difficile anche per la concorrenza dei paesi emergenti nella produzione degli stessi beni maturi, queste piccole imprese saranno quindi comunque costrette a crescere, aggregarsi, potenziarsi, riorganizzarsi, ecc., per creare nuove opportunità e trovare nuovi sbocchi.
Specialmente ora, in vista di quella che ormai si sta appalesando come possibile avvio della ripresa economica, in una situazione che si presenta però così diversa e più difficile di quelle precedenti, esse avranno pertanto ancora più bisogno di essere supportate in tutto ciò che potrà contribuire a migliorare la loro struttura ed a crearne le migliori condizioni operative per le quali, da soli e senza cambiamenti, si potrebbe realizzare forse ben poco.

Per fronteggiare la perdurante fase critica ed attuare i detti necessari cambiamenti, è notorio che le piccole imprese hanno soprattutto bisogno di sostegno creditizio e di consulenza specialistica relativa al credito ed alla finanza. Ma hanno anche grande bisogno di suggerimenti ed assistenze professionali che li aiutino a compiere un vero e proprio salto di qualità nell’impostazione dei progetti utili al conseguimento dei cennati obiettivi.
Intorno a questi dati di fatto sarebbe molto utile la nascita di un vero e proprio progetto, per la cui realizzazione, consideratene la novità e la complessità, appare necessario attivare un “campanilistico gioco di squadra” fra tutte le forze migliori del territorio: cittadinanza, istituzioni pubbliche e private, ordini professionali, associazioni di categoria, istituti di credito, ecc.. Propugnando con forza l’attuazione delle nuove regole e condizioni indotte dai cambiamenti irreversibili ormai avvenuti, si dovrebbe poi operare sotto un comune “spirito di bandiera” del Territorio, e non più delle singole posizioni, per la creazione di ogni necessaria ed utile condizione alla bisogna.

Per la copertura dei conseguenti fabbisogni finanziari, sul fronte del sistema bancario locale si deve tener conto da un lato delle situazioni di crisi in atto e, dall’altro lato, delle sempre più rigorose normative già in vigore e di quelle in via di emanazione, per cui non sembra purtroppo possibile fare molto affidamento su un adeguato sostegno da parte degli storici istituti di credito territoriali, che in gran parte stanno per vivere una fase di profonda ristrutturazione. Così come non sembra altrettanto possibile contare granché sulle grandi banche nazionali, che notoriamente preferiscono privilegiare le imprese più grandi e più performanti, trascurando le piccole fastidiose incombenze.
BPrM, Banca della Provincia di Macerata S.p.A., della quale mi onoro di essere il presidente pro tempore del Consiglio di Amministrazione, è invece un consolidato piccolo istituto di credito, giovane, innovativo, autonomo, indipendente, organizzato alla bisogna, in fase di espansione e di sviluppo. E’ in possesso di tutti i presupposti e requisiti per diventare la principale banca locale di riferimento, ed ha come missione due fondamentali obiettivi: creare valore per il proprio azionariato e contribuire allo sviluppo socio economico del territorio.
BPrM appare pertanto oggettivamente come la banca più adeguata ad essere il punto di riferimento per il necessario supporto alla realizzazione di un tale progetto, inteso a creare sotto ogni aspetto le migliori condizioni per il superamento dell’attuale critica situazione strutturale della nostra economia locale.
Con lo scopo di conseguire, oltre ai molti altri già raggiunti, il suddetto obiettivo di natura sociale, che rappresenta uno degli elementi fondanti dell’impresa, noi ci siamo e restiamo al servizio del Territorio.

Loris Tartuferi – Presidente della Banca della Provincia di Macerata

giovedì 16 luglio 2015

Grande successo per lo spettacolo di Lillo e Greg

Oltre tremila persone hanno assistito con entusiasmo allo spettacolo di ieri sera "Occhio a quei 2 Sketch!" che ha visto protagonisti i divertentissimi Lillo & Greg.

Lo show, organizzato ed offerto dalla Banca della Provincia di Macerata, ha riscosso anche quest'anno un incontenibile successo di pubblico che è accorso numeroso per non perdersi la comicità dei due mattatori della serata.

La splendida Piazza XX Settembre di Civitanova Marche ha fatto da cornice a questo evento, dove il pubblico si è appassionato all'umorismo surreale di Lillo e Greg, che ha scardinato le dinamiche canoniche dei comportamenti umani, spesso grotteschi e bizzarri, per mostrarne l'origine patologica, fobica e viziata.

Lillo & Greg hanno messo in scena la loro nuova esibizione di sketch e musica proponendo alcune tra le scene più divertenti tratte dall'omonimo spettacolo teatrale, mostrando una pittoresca collezione di situazioni nelle quali il tema principale ruotava intorno ai vizi e difetti dell'animo umano.

"E' una stata una serata davvero straordinaria, sono veramente felice per la riuscita dell'evento e per l'enorme afflusso di spettatori, che è anche sinonimo di attenzione nei confronti delle iniziative promosse dalla Banca della Provincia di Macerata nel territorio. Un sentito ringraziamento va anche al Comune di Civitanova che, con la sua collaborazione, ha permesso anche quest'anno lo svolgimento di questa incredibile serata." Ha dichiarato il Presidente della Banca della Provincia di Macerata, Loris Tartuferi, visibilmente soddisfatto per l'ottimo esito della serata, un vero e proprio regalo alla città di Civitanova Marche ed ai turisti presenti in questo periodo.

Clicca qui per vedere le foto della serata