Loading...

venerdì 15 aprile 2016

Banca Macerata ospite di Panorama d'Italia

Giovedì' 21 Aprile alle 9.30 presso il Teatro Don Bosco di Macerata, Sede dell'Università Telematica Pegaso, si terrà il dibattito dal titolo "L'Italia riparte da Macerata". Ospite dell'incontro Ferdinando Cavallini, Direttore Generale della Banca della Provincia di Macerata, insieme a Giovanni Clementoni (Presidente di Confindustria Macerata); Luigi Lacchè (Rettore dell'Università degli Studi di Macerata); Pietro Marcolini (Presidente ISTAO); Serena Sileoni (Vicedirettore dell'Istituto Bruno Leoni); Paolo Tanoni (Avvocato). Il direttore Cavallini interverrà nel dibattito sul ruolo delle piccole banche locali nel sostegno al territorio in un momento storico come questo, caratterizzato da incertezza ed instabilità.

L'incontro fa parte dell'iniziativa dal titolo "Panorama d'Italia", promossa dal settimanale Panorama del gruppo Mondadori, un tour di 10 tappe che attraversa tutto il territorio nazionale alla ricerca delle migliori eccellenze.

La seconda tappa del tour di Panorama d'Italia 2016 si svolgerà proprio nelle Marche, a Macerata, dal 20 al 23 aprile.

Quest'anno l'iniziativa è alla sua terza edizione ed è diventato un appuntamento consolidato e di grande successo, per parlare di tematiche di attualità, politica, economia, cultura, arte e spettacolo.

Il palinsesto di Panorama d'Italia è ricco e trasversale e permea le città che coinvolge, dalle piazze ai teatri, ai luoghi delle istituzioni.

Panorama d'Italia è un'esperienza innovativa di convergenza editoriale "che da un capo all'altro dell'Italia ha coinvolto e raccontato i talenti e le eccellenze italiane in tutti i campi, senza mai dimenticare di approfondire il contesto spesso complicato in cui si trovano a operare": così Panorama riassume la sua iniziativa editoriale, che ha avuto una lettera di encomio anche del presidente Mattarella.

Si può visionare l'intero programma della manifestazione cliccando QUI.

venerdì 11 marzo 2016

Device mobili, non solo reperibilità

Potreste fare a meno del vostro smartphone? Difficile!

Ci viene da sorridere pensando a quanto possiamo sentirci soli ed isolati nel momento in cui non lo abbiamo con noi.

È, infatti, l’unico device sempre a disposizione dell’utente in qualsiasi momento della giornata, è il dispositivo più utilizzato davanti alla Tv, in movimento sui mezzi di trasporto, in viaggio per guidarci a destinazione sfruttando le mappe, per ricevere comunicazioni ed essere sempre informati, anche grazie alla geolocalizzazione.

Il web gode di ottima salute, ma soprattutto è credibile ed ha una grande reputazione. Non a caso per le aziende parliamo di “brand reputation”: se dobbiamo scegliere una location per una vacanza, un week end o semplicemente per una cena non possiamo fare a meno, facendoci influenzare, di leggere le recensioni ed, a volte, di contribuire noi stessi recensendo locali e trattamenti ricevuti.

Il nostro device è uno strumento non solo di reperibilità, ma anche operativo. La continua innovazione lo ha reso più sicuro, per cui lo sfruttiamo anche finanziariamente, sia per ricevere notifiche di aggiornamento che per operazioni bancarie di base, ma anche per consultare il nostro conto corrente dall’internet banking, che per disporre  operazioni più o meno complesse, fino ad effettuare acquisti online.

La vera rivoluzione non è solo il web, ma soprattutto il device. Il binomio composto dalle due cose sta diventando tanto importante che ha spinto l’economia americana ad investire nel 2015 circa 30 mld di dollari, nella spesa pubblicitaria su mobile, con previsioni di 65 mld per il 2019 pari al 29% della spesa pubblicitaria complessiva (fonte: eMarketer).

Vale la pena di conoscere un dato domestico, dove 1/3 degli acquisti e-commerce sono disposti da device mobili, iniziando dalle attività preliminari per arrivare all’acquisto vero e proprio, per poi continuare seguendo il nostro bene attraverso il tracking online aspettando la consegna.

Altro dato significativo è che l’e-commerce, si è rivelato un motore di crescita strategico per le PMI del nostro territorio, permettendo, alle aziende che lo hanno sfruttato, una performance di crescita costante negli ultimi tre anni, con incrementi pari al 10% annuo medio.


Per questo vogliamo affiancare, con la nostra competenza e servizi, le aziende del territorio, sviluppando sinergie finalizzate all’incremento del business online, ponendoci come partner di riferimento dei nostri clienti. 

giovedì 25 febbraio 2016

Utile netto di 1,1 mln di euro per Banca Macerata

La Banca della Provincia di Macerata ha chiuso l'esercizio 2015 con un utile netto di 1.107 mila euro, risultato certamente soddisfacente in considerazione delle turbative di mercato che hanno caratterizzato l'intero anno in generale - e l'ultimo scorcio in particolare – nonché degli ancora elevati accantonamenti su crediti resisi necessari per adeguare i criteri di svalutazione degli assets alle migliori pratiche di settore. 

Ha influito sul risultato finale anche il contributo obbligatorio per la risoluzione delle note quattro banche. Il ROE si è attestato al 3,9%.

In estrema sintesi, i dati patrimoniali hanno registrato un rilevante incremento della raccolta diretta (+35,9 mln, pari al +17%) e un buon risultato degli impieghi economici, incrementatisi (al netto degli accantonamenti) per il terzo anno consecutivo (+4,6 mln, pari al +3,1%). La liquidità presenta indici di assoluta tranquillità di molto superiori ai limiti obbligatori da osservare dal 1° gennaio 2018. Il portafoglio titoli è aumentato di 21 milioni e ascende ora a 271 milioni di euro.

Il conto economico presenta diversi aspetti positivi. Rilevano la tenuta del margine di interesse (+44 mila euro), l'aumento di oltre il 25% delle commissioni nette e ancora il buon risultato dei profitti da operazioni finanziarie che si sono attestati a 4,4 mln. Ne è disceso un buon margine di intermediazione attestatosi a 11,6 mln. di euro. Non mancano gli elementi negativi, uno fra tutti l'elevata quota di accantonamenti su crediti che, - ancorchè diminuiti di 2,8 mln rispetto all'anno precedente, si sono comunque attestati a 4,4 mln di euro.

Continua l'espansione del personale, aumentato nell'anno di 6 unità (12% del totale), di cui 4 donne. Il cost-income è comunque contenuto al 54,5%.

Il Cet 1 si attesta al 12,94%, in linea con il valore dell'anno precedente. Come da indicazione della CONSOB, si comunica che in sede di SREP, l'Organo di Vigilanza ha assegnato un Cet 1 minimo dell'11,4%. Pertanto la Banca supera la soglia di 150 b.p. A seguito dell'aumento di capitale che verrà portato all'approvazione della prossima assemblea (e per il quale il patto di sindacato ha già deliberato l'intera sottoscrizione dell'inoptato), l'indice in questione si avvicinerà al 15% e pertanto superiore di 350 b.p. rispetto alla soglia SREP, ancora una volta in linea con i risultati delle migliori banche del paese.

Le sofferenze lorde sono coperte da accantonamenti per il 59%; il totale delle partite deteriorate per il 46%. Ciò, in conseguenza di rigorosi criteri di valutazione degli assets, da tempo adottati dalla Banca. Il totale degli accantonamenti e delle garanzie reali (valutate a prezzi correnti) ricevute per le posizioni in sofferenza rappresentano il 120% delle sofferenze lorde.

Per dare un'idea del "cammino" fatto dalla Banca negli ultimi tre anni è sufficiente qualche numero:

- Utili lordi per 7,6 milioni e netti per 5 milioni di euro;
- Accantonamenti su crediti quasi triplicati (da 7,6 a 22,4 milioni di euro);
- Copertura di tutti i crediti deteriorati dal 20,1% al 46,1% (sofferenze dal 34,5% al 59,2%);
- Apertura di tre punti operativi (2 Punti servizio e una filiale);
- Aumento del personale dipendente di 20 unità (da 35 a 55).

La Banca, quindi, è in una situazione di solidità sotto i vari profili patrimoniali, reddituali, di liquidità, di qualità dell'attivo e organizzativi e può affrontare con tranquillità le nuove sfide di un mercato sempre più competitivo, ma anche sempre più selettivo nella individuazione delle realtà più affidabili.
A riprova di quanto detto, la Banca della Provincia di Macerata ha ottenuto 4 stelle su 5 nello studio di solidità e stabilità delle Banche realizzato da Altro Consumo Finanza, valutazione che tiene conto della stabilità patrimoniale, attraverso l'utilizzo degli indicatori Common Equity Tier 1 e Total Capital Ratio, e della trasparenza, premiando le banche che pubblicano i loro dati con maggiore frequenza rispetto all'obbligo di pubblicazione annuale.
Tale studio, effettuato da un'Associazione dei consumatori autorevole ed indipendente come Altro Consumo, rappresenta un valido strumento a disposizione dei clienti per un confronto facile ed immediato tra gli istituti di credito.

********************************************************************************

La Banca della Provincia di Macerata continua a sostenere il mondo dello Sport e delle Associazioni Sportive Dilettantistiche, oltre alle diverse iniziative in capo sociale e culturale. Il Decreto Balduzzi, infatti, prevede da quest'anno l'obbligo per tutte le A.S.D. di dotarsi di defibrillatori semiautomatici esterni e di predisporre il personale all'utilizzo degli stessi durante le emergenze, in modo da svolgere in piena sicurezza la propria attività sportiva.

L'importanza di avere a disposizione un defibrillatore automatico durante le manifestazioni sportive è provata da tempo. La letteratura scientifica ha dimostrato che, in caso di arresto cardiaco, un intervento di primo soccorso rapido ed adeguato può ridurre considerevolmente i rischi di decesso, poichè ogni minuto è di vitale importanza per salvare una vita.

In questa ottica la Banca della Provincia di Macerata ha deciso di aiutare e sostenere le società sportive del territorio erogando dei contributi per l'acquisto di un defibrillatore e per la formazione all'uso del macchinario.

Le A.S.D. che hanno usufruito di questo beneficio sono: Polisportiva Macerata 90 (basket), Macerata Angels (baseball), Judo Equipe Macerata (judo), HelviaRecina 2000 Villa Potenza (pallavolo), Atletica AMA Civitanova (atletica leggera), Puma Volley Macerata (pallavolo), Anthropos Civitanova (polisportiva per diversamente abili).

martedì 16 febbraio 2016

4 stelle su 5 per BPrM

Banca della Provincia di Macerata ottiene un rating di 4 stelle su 5 nello studio di solidità e stabilità delle Banche realizzato da Altro Consumo. E' uscito infatti lo scorso dicembre lo Speciale Banche realizzato da Altro Consumo Finanza, all'interno del quale è stata effettuata un'analisi della sicurezza e solidità della maggioranza degli istituti di credito italiani con almeno 10 sportelli.

La valutazione tiene conto della stabilità patrimoniale, attraverso l'utilizzo degli indicatori Common Equity Tier 1 e Total Capital Ratio, e della trasparenza, premiando le banche che pubblicano i loro dati con maggiore frequenza rispetto all'obbligo di pubblicazione annuale.

Tale studio, effettuato da un'Associazione dei consumatori autorevole ed indipendente come Altro Consumo, rappresenta un valido strumento a disposizione dei clienti per un confronto facile ed immediato tra gli istituti di credito.
Utilizzando un indicatore sintetico che fornisce una valutazione complessiva circa la stabilità e la sicurezza degli istituti di credito, nel numero di febbraio Altro Consumo ha allargato la sua ricerca anche alle Banche locali di dimensioni minori, attribuendo alla Banca della Provincia di Macerata un rating di 4 stelle su un massimo di 5.

Nonostante sia una banca molto giovane a confronto con gli altri istituti di credito marchigiani valutati, la Banca della Provincia di Macerata ottiene quindi un punteggio di tutta rilevanza. Nata nel 2006, la BPrM festeggerà quest'anno il suo decennale di attività, e lo scoring ottenuto testimonia la sua capacità di crescita stabile e solida dal punto di vista patrimoniale in così breve tempo e nonostante la difficile congiuntura economica degli ultimi anni.

Fonte: Altro Consumo n.1154 del 29/12/2015 e Altro Consumo n.1159 del 02/02/2016

lunedì 21 dicembre 2015

Pubblico da record per il tradizionale concerto gospel della BPrM

Anche quest'anno una platea entusiasta ed appassionata suggella il successo del concerto Gospel organizzato ed offerto dalla Banca della Provincia di Macerata.

Nell'elegante cornice del Teatro Lauro Rossi, la magia dei Virginia State Gospel Chorale ha avvolto gli spettatori, coinvolgendoli durante la loro spettacolare esibizione.

Il fascino di quell'atmosfera unica e calda che solo il Gospel sa creare si rinnova ogni anno; testimone il lunghissimo applauso del pubblico, che si è scatenato a ritmo di musica per tutta la durata dello show. Tutto esaurito per il Teatro Lauro Rossi e l'Auditorium San Paolo (allestito per l'occasione con un maxischermo), che hanno visto gli spettatori partecipi e coinvolti nei suoni, nei colori e nel ritmo incessante che accomuna e trascina.

Il grandioso successo dello spettacolo di sabato sera non fa altro che continuare l'ormai consolidata tradizione della Banca della Provincia di Macerata, volta ad offrire al territorio una serie di eventi di rilievo, come lo show del famoso duo comico Lillo & Greg organizzato la scorsa estate a Civitanova Marche.

Con la loro indiscutibile bravura e la ventata di freschezza, entusiasmo e positività che hanno trasmesso, i Virginia State Gospel Chorale hanno conquistato tutti i presenti compreso il Presidente della Banca della Provincia di Macerata Loris Tartuferi, il quale ha confermato l'importanza di questa esibizione: "Sono rimasto piacevolmente colpito dalla capacità dei Virginia State Gospel Chorale di emozionare e divertire il pubblico, appassionando gli spettatori con la loro performance. Credo proprio che il nostro obiettivo di coinvolgere la cittadinanza tutta e far sentire la nostra vicinanza al territorio sia stato pienamente raggiunto".


CLICCA QUI PER VEDERE LE FOTO DELLA SERATA

lunedì 14 dicembre 2015

Grande attesa per lo spettacolo Gospel della BPrM

Ancora qualche settimana e si alzerà il sipario al Teatro Lauro Rossi per l'immancabile appuntamento con il tradizionale concerto gospel promosso ed organizzato dalla Banca della Provincia di Macerata, giunto alla sua quinta edizione.

Sabato 19 Dicembre, alle ore 21, calcheranno il palcoscenico il Virginia State Gospel Chorale.

Con l'imponente presenza scenica dei 35 elementi del gruppo ed un altissimo livello tecnico, la corale è tra i più famosi cori gospel a livello internazionale, grazie anche alla loro recente partecipazione ad America's Got Talent, durante la quale ha entusiasmato milioni di telespettatori, arrivando a conquistare i quarti di finale del concorso.

Il Virginia State Gospel Chorale è da tempo riconosciuto a livello internazionale come uno dei migliori cori statunitensi; vincitore di numerosi concorsi musicali, ha recentemente conseguito un ulteriore premio qualificandosi al primo posto nella categoria Miglior coro Gospel allo Steve Harvey Neighborhood Awards 2015, tenutosi lo scorso 9 Agosto ad Atlanta.
Ad arricchire questa esibizione è la presenza di J. David Bratton, un gigante della musica gospel che vanta collaborazioni con leggende della musica popolare come Roberta Flack e Patti LaBelle, Edwin Hawkins, Stevie Wonder ecc.; autore di "Every Praise", canzone gospel più ascoltata e vincitrice del premio "miglior canzone gospel dell'anno" ai Dove Awards 2014.
Novità di quest'anno sarà inoltre l'eccezionale presenza di Brittany M. Walker, soprano di fama internazionale la cui tonalità vocale spazia nei più disparati generi, dall'opera lirica al jazz.

La notte del Gospel, uno spettacolo unico, emozionante, dal forte impatto scenografico e coreografico nella migliore tradizione delle grandi corali gospel statunitensi!

L'ingresso allo spettacolo è libero, senza possibilità di prenotazione dei biglietti. Si potranno ritirare i biglietti presso l'ingresso del Teatro Lauro Rossi solo dalle ore 20.00 del giorno stesso del concerto, fino ad esaurimento dei tagliandi. Ogni persona potrà ritirare un massimo di 4 biglietti. Per l'occasione verranno allestiti anche un maxischermo in Piazza della Libertà ed uno all'interno dell'Auditorium San Paolo, così da garantire a tutti, in caso di esaurimento dei posti disponibili nel Teatro, la possibilità di seguire il concerto su schermo gigante.

Info: 0733/250220

CLICCA QUI PER SCARICARE LA LOCANDINA

CLICCA QUI PER VEDERE IL VIDEO

lunedì 9 novembre 2015

La BPrM fa sistema in sinergia con la Maceratese Calcio e l'Universita' di Macerata

"Oggi per noi è una giornata importante perché mi trovo fra le eccellenze dell'Università di Macerata che, in controtendenza con il trend nazionale, vanta iscrizioni in aumento, e l'eccezionale Maceratese che si sta imponendo a suon di risultati nel torneo di Lega Pro e che sta coinvolgendo un'intera città. Noi della Banca della Provincia di Macerata proviamo a dare l'eccellenza nel nostro campo, puntando a migliorare la qualità della vita attraverso la bontà delle nostre proposte".

Il direttore generale della Banca della Provincia di Macerata, Ferdinando Cavallini, non nasconde la soddisfazione per una sinergia che coinvolge settori trainanti, stimolando la fascia giovanile, "perché teniamo a sottolineare che il 70% dei nostri dipendenti è sotto la soglia dei 30 anni ed il 50% è formato da donne".

La numero uno biancorossa, Maria Francesca Tardella, ricorda la sensibilità della Banca della Provincia di Macerata "al momento dell'iscrizione al campionato di Lega Pro. Senza l'apporto dell'ente diretto dal dott. Cavallini credo che oggi non ci troveremmo qui. Dopo un'iniziale, comprensibile titubanza nell'abbracciare la causa calcistica, quando abbiamo esposto il nostro progetto lo ha fatto subito suo. Con la Banca della Provincia di Macerata siamo riusciti ad effettuare delle operazioni altrimenti impossibili. È inoltre per noi molto importante la collaborazione con Unimacerata e con Unicam, quest'ultima per gli studi sull'alimentazione dello sportivo, visto che noi abbiamo un settore giovanile con 400 ragazzi, per far capire che come gli atenei preparano i giovani alla vita futura anche noi, proponendo sport secondo un'ottica professionistica, che non lascia nulla al caso, possiamo formare i ragazzi.
È importante – ha concluso la presidente Tardella – creare sinergie sul territorio e fare sistema. Per perseguire tale obiettivo ricordo anche il nostro House Organ dove in ogni numero una pagina è riservata ad uno sport che non sia il calcio e dove in generale ci sono spazi per promuovere il nostro territorio".

"Grazie alla Banca della Provincia di Macerata – ha spiegato Cristiana Mammana, professoressa di Matematica al Dipartimento di Economia e Diritto dell'Università di Macerata – si potranno effettuare da parte degli studenti universitari (la "squadra" è composta da cinque effettivi, ndr) operazioni di trading on line su una piattaforma che consente competizioni tra formazioni di diversi atenei. La banca ci ha consentito la giusta correlazione tra la teoria e la pratica e fornirà un supporto ai nostri ragazzi attraverso la figura di un esperto nel trading, con l'obiettivo sensibile di trarre profitto dalla competizione".

Infatti, come ha puntualizzato Roberto Chientaroli, responsabile Area Finanza e Marketing della Banca della Provincia di Macerata, "i ragazzi hanno a disposizione 5.000 euro per operazioni di compra vendita che possono generare utili o perdite. Chi perde più del 40% viene eliminato, mentre chi riesce a produrre profitto oltre i 5.000 euro di partenza potrà beneficiarne. La competizione avverrà tra squadre di un centinaio di atenei italiani per poi passare a sfide con l'estero, in un periodo compreso tra il 28 ottobre (il termine per l'iscrizione è fine anno, ndr) ed il 6 maggio 2016. All'università della squadra vincitrice sarà conferito un premio di 20.000 euro. È ovvio che noi puntiamo a scovare giovani talenti".

Mentre il trainer della Maceratese, Cristian Bucchi, intervenuto con il diesse Giulio Spadoni, capitan Vasco Faisca, Lorenzo Carotti e Raffaele Imparato, nel suo saluto ha rimarcato "l'importanza della sinergia con gli attori del territorio perché noi cerchiamo l'abbraccio dell'intera città alla squadra attraverso il lavoro ed i risultati".

La presidente Tardella non dimentica i meno fortunati. "Abbiamo già lanciato una campagna via facebook e la ribadiamo oggi in favore del piccolo Simone, maceratese di cinque anni, gravemente ustionato in seguito ad un incidente domestico che non può contare sulla gratuità delle costose creme di cui ha bisogno perché inserite nell'elenco dei trattamenti estetici non curativi. La prossima settimana organizzeremo un'amichevole in città per aiutarlo. Alla gara di solidarietà invitiamo fin da ora tutti i giovani studenti universitari".