Loading...

lunedì 18 maggio 2015

Tutto esaurito per la serata con Sebastiano Barisoni

L'attenzione per la Finanza è da sempre uno degli obiettivi strategici della Banca della Provincia di Macerata, finalizzata all'offerta di moderni servizi di consulenza avanzata alla propria clientela.

Insieme, naturalmente, a quello fondamentale del costante presidio del territorio per soddisfarne le necessità economiche e supportane le opportunità di sviluppo.

Fattori che costituiscono il volano dei brillanti risultati di bilancio ottenuti nello scorso anno, i quali potrebbero anche essere il preludio, nel futuro, di sviluppi interessanti.
In questo contesto, l'Istituto di credito maceratese ha organizzato la Tavola Rotonda svoltasi alla fine della scorsa settimana presso il Centro Congressi dell'Abbadia di Fiastra, che ha fatto seguito ai due recenti, analoghi incontri di Porto San Giorgio e Civitanova Marche.

Argomento del dibattito: la "Valorizzazione del proprio patrimonio in uno scenario a tassi zero". Di particolare interesse per la sua attualità, conseguente anche alla politica monetaria di "Quantitative Easing" della Banca Centrale Europea, per il livello degli interventi, moderati da Sebastiano Barisoni, Vice Direttore di Radio 24 e conduttore della nota trasmissione "Focus Economia". Ed infine per l'importanza assunta dal risparmio gestito, la cui "raccolta" ha recentemente superato cinquanta miliardi di euro.

Vi hanno infatti partecipato gestori di esperienza internazionale come Giorgio Ventura, Country Head di "Carmignac Italia"; Paola Toschi, Market Strategist della "J.P.Morgan Asset Management", e Fabrizio Fiorini, Direttore Investimenti Diretti di "Aletti Gestielle SGR". Società di livello europeo (e, nel caso di JP Morgan, mondiale), partners della Banca della Provincia di Macerata. Hanno saputo focalizzare l'attenzione dell'uditorio sul rendimento e controllo del rischio, proponendo ipotesi d'investimento appropriate alla situazione economico-finanziaria di questo periodo.

L'introduzione di Barisoni è stata perentoria: "Il guadagno non può essere disgiunto dal rischio"; così come deciso il successivo invito " ...a diffidare dall'illusione di facili promesse ed a rivolgersi invece ad esperti professionisti". I quali, nella circostanza, si sono trovati tutti d'accordo nel considerare attualmente poco probabile il pericolo di bolle speculative sui titoli azionari (rapporto prezzo-utili), allarme recentemente lanciato da Giuseppe Vegas, Presidente della Consob. "Semmai qualche preoccupazione potrebbe provenire dal comparto obbligazionario", ha precisato Paola Toschi; o "dall'impazienza degli investitori", ha aggiunto Fabrizio Fiorini.

L'incalzante Barisoni ha poi spostato l'asse della discussione sugli eventuali futuri cambiamenti del mercato: "Che cosa potrebbe andare storto?", è stata la domanda posta ai suoi interlocutori.
Univoco il preoccupato accento delle loro risposte sulle possibili conseguenze dell'eventuale default della Grecia. Crisi di complessa gestione anche per i suoi contenuti politici. Con l'appendice del "rischio inflazione" per la Market Strategist della J.P.Morgan, e dell'"incompletezza delle riforme" per l'esponente dell'Aletti Gestielle SGR. Convinto invece che "gli Stati interessati faranno il loro dovere" quello di Carmignac Italia, ottimista anche sul futuro dei Paesi Emergenti.

L'Asset Allocation è stato il quesito conclusivo lanciato dal moderatore. Cioè: "Come distribuire le risorse fra i diversi possibili investimenti?". La diversificazione è stata la generale premessa dei successivi suggerimenti degli specialisti. "Con prevalenza di obbligazionario (60% - compreso il "corporate" – sull'azionario (40%)", per la dottoressa Toschi. Più cauto invece il dottor Fiorini, non tanto per le più contenute percentuali fra i due settori (rispettivamente 10% - 25%), quanto per l'invito "a parcheggiare la differenza in depositi bancari". Con la prospettiva di scelte meno impazienti e quindi più mirate.

Il Convegno si è concluso con il festeggiamento della ricorrenza del nono anniversario della fondazione della Banca della Provincia di Macerata. Protagonista un'enorme torta benaugurante, subito doverosamente divorata.
(E. M. Scattolini)



mercoledì 29 aprile 2015

Tavola rotonda 14 maggio 2015

Valorizzare il proprio Patrimonio in uno scenario di tassi che tendono verso lo zero sta diventando sempre più difficile. Il quadro di bassi tassi di interesse può spingere il risparmiatore a ricercare rendimenti più elevati con strumenti più rischiosi.

La grande sfida in questi ultimi anni si presenta tra la conquista di un alto rendimento degli investimenti, ed il controllo del rischio connesso all'operazione.

Proprio per scoprire quali sono le idee di investimento di alcuni tra i più prestigiosi gestori di fondi internazionali, la Banca della Provincia di Macerata organizza una tavola rotonda giovedì 14 maggio alle 18,15 presso il Centro Congressi dell'Abbadia di Fiastra.

Presenta la serata Sebastiano Barisoni, Vice Direttore di Radio 24 e Conduttore di Focus Economia, ed interverranno al dibattito Money Managers di livello internazionale del calibro di J.P. Morgan, Carmignac ed Aletti Gestielle.

Un grande evento di Finanza internazionale, organizzato dalla Banca della Provincia di Macerata, per parlare di mercati e consulenza finanziaria, di opportunità d'investimento nell'attuale scenario economico e di come si sia modificata l'offerta degli emittenti in tal senso.

Media partner della Tavola rotonda sarà Cronache Maceratesi, che darà ampia copertura dell'evento, e sarà presente con una troupe televisiva, giornalisti e fotografi per poter documentare ogni momento della serata.
L'evento si potrà seguire anche in diretta radiofonica su Radio Studio 7 (web, FM, mobile e DDT canale 611 Regione Marche) ed in streaming sul sito www.bancamacerata.it oppure su www.radiostudio7.net
La ripresa integrale del dibattito andrà inoltre in onda su èTV Macerata (canale 12 e canale 605 del digitale terrestre, oltre al canale youtube di èTV Macerata) nei giorni successivi all'evento.

Si ricorda che l'ingresso alla tavola rotonda è libero fino ad esaurimento posti, senza possibilità di prenotazione. Ai fini organizzativi, è gradita la registrazione compilando il modulo sottostante, oppure inviando una mail con i propri dati personali a marketing@bancamacerata.it, oppure chiamando il numero 0733/250220.

CLICCA QUI PER REGISTRARTI ALLA TAVOLA ROTONDA

lunedì 27 aprile 2015

BPrM approva il bilancio: utile di 3,5 milioni di euro

Si chiude con enorme soddisfazione il bilancio del 2014 della Banca della Provincia di Macerata, approvato oggi dall'Assemblea degli azionisti presso l'Hotel Cosmopolitan di Civitanova.

Un bilancio che vede l'Istituto uscire con un utile netto di 3,5 milioni, grazie al quale il valore intrinseco delle azioni è ora superiore al loro valore nominale.

Il bilancio appena approvato vede ricavi aumentati di oltre il 50% che hanno ampiamente compensato l'incremento dei costi operativi (+20%), da addebitarsi principalmente allo sviluppo della Banca conseguito prevalentemente con l'apertura di una Filiale a Porto San Giorgio e un Punto Servizi a San Severino Marche.

Il significativo risultato si è realizzato nonostante l'ulteriore importante sforzo compiuto della Banca per aumentare il coverage ratio (somme accantonate sul totale esposizione) salito al 38% per le partite deteriorate e al 53% per le sofferenze.

Soddisfacente l'aumento del margine di interesse (+8,6%) e il margine di intermediazione (passato da 9 a 18 milioni di euro). In aumento la raccolta diretta di quasi il 2%, la raccolta indiretta del 15% e gli impieghi di circa il 5%.

L'Assemblea odierna ha anche provveduto al rinnovo delle cariche sociali. In coerenza con le indicazioni generali dell'Organo di Vigilanza, e alle modifiche dello Statuto già approvate a suo tempo dall'assemblea dei soci in seduta straordinaria - volte a ridurre il numero dei componenti dei Consigli di amministrazione delle Banche e di assicurarne elevata indipendenza di giudizio - l'Assemblea degli Azionisti ha fissato in nove (da 13) il numero dei Consiglieri di amministrazione di cui due indipendenti (da 1). Il nuovo board è quindi formato dai signori (in ordine alfabetico):

Rosaria Ercoli, Domenico Formica, Franco Malagrida, Cristiana Mammana, Nando Ottavi, Anna Grazia Quaranta, Enrico Torresi, Enzo Speziani e Loris Tartuferi.

Visibilmente orgoglioso e soddisfatto il Presidente Loris Tartuferi: "Il 2014 è stato un anno in cui la nostra Banca, pur in un contesto economico generale che non ha mostrato ancora apprezzabili segnali di miglioramento, è stata in grado di consolidare e sviluppare ulteriormente la propria posizione, di rispondere adeguatamente alle aspettative del Territorio ed anche di soddisfare le attese della propria base azionaria.

In tale quadro complessivo sicuramente positivo non sembra azzardato affermare che BPrM, mantenendo la propria indipendenza ed autonomia, con l'adozione di un moderno modello commerciale anticipatore di strategie operative rispetto ad altre realtà, e con la sua abituale e consolidata trasparenza nei comportamenti, sta via via conseguendo quei risultati che la potranno legittimare sempre più ad ambire al fondamentale ruolo per il quale si è candidata: quello di Banca di riferimento del Territorio."

mercoledì 15 aprile 2015

Rating di legalita'

La Banca della Provincia di Macerata premia la "GESTIONE ETICA" dell'impresa tenendo conto del rating di legalità in fase di concessione del credito e finanziamenti in genere.

La BPrM ha predisposto un processo interno da utilizzare qualora le aziende in possesso del rating di legalità facciano richiesta di affidamenti.
L'obiettivo è quello di stimolare la diffusione di comportamenti etici da parte delle aziende, in quanto il possesso del rating di legalità, comporta per l'impresa benefici sia in termini economici che reputazionali.
Mediante tale procedura ed in base al tipo di rating ottenuto dall'azienda (es: 1 stella, 2 stelle, 3 stelle), saranno applicate condizioni economiche ed operative più vantaggiose.

La Banca tiene conto del rating di legalità nel processo di istruttoria, ai fini di una riduzione sia dei tempi che dei costi per la concessione dei finanziamenti.
A conferma di ciò, la procedura operativa utilizzata dal nostro Istituto prevede:

finanziamento richiesto da azienda con rating di legalità pari ad 1 stella:
tempi di risposta entro 25 gg dalla presentazione della richiesta (documentazione completa) – conferma classe di merito creditizio e relativa fascia di condizioni – riduzione spese istruttoria 50%;

finanziamento richiesto da azienda con rating di legalità compreso tra 1 e 2 stelle:
tempi di risposta entro 20 gg dalla presentazione della richiesta (documentazione completa) – miglioramento di una classe di merito creditizio e relativa fascia di condizioni – riduzione spese istruttoria 60%;

finanziamento richiesto da azienda con rating di legalità compreso tra 2 e 3 stelle:
tempi di risposta entro 15 gg dalla presentazione della richiesta (documentazione completa) – miglioramento di due classi di merito creditizio e relativa fascia di condizioni – riduzione spese istruttoria 75%.

lunedì 16 febbraio 2015

Banca Macerata chiude il 2014 con un utile netto di 3,5 milioni di euro

La Banca della Provincia di Macerata chiude il 2014 con un utile netto di 3,5 milioni e centra l'obiettivo di azzerare le perdite iscritte in bilancio, pari a 3,3 milioni.
Il 2013 si era chiuso con un risultato positivo netto di 264 mila euro.

Il bilancio approvato il 10 corrente dal CDA vede ricavi attestati a 24,1 milioni (+54% sul 2013) e costi operativi incrementatisi del 20% a 5,371 mila euro per effetto dello sviluppo della Banca che nel 2014 ha aperto una Filiale a Porto San Giorgio e un Punto Servizi a San Severino Marche. Il cost-income (indicatore di efficienza aziendale) è pari al 29,6% beneficiando del rilevante risultato della negoziazione titoli (11,3 milioni).

Quasi raddoppiati gli accantonamenti su crediti rispetto al 2013 (da 3,9 a 7,2 milioni) con un coverage ratio (somme accantonate sul totale esposizione) salito al 38% per le partite deteriorate (53% per le sofferenze).

Il margine di interesse è salito dell'8,6% (+405 mila euro) e il margine di intermediazione è raddoppiato passando da 9 a 18 milioni di euro.
In aumento la raccolta diretta, di quasi il 2%, e la raccolta indiretta del 15%, in linea con le risultanze nazionali.

"Nel 2014 abbiamo mantenuto gli impegni che avevamo assunto" ha commentato il Direttore Generale, Ferdinando Cavallini. "Abbiamo aumentato il credito erogato di circa il 4% a fronte di una diminuzione generalizzata segnata dal sistema. Abbiamo così sostenuto le imprese meritevoli e le famiglie. I mutui prima casa sono aumentati del 68%.
La progressiva attuazione del piano industriale sta dando i suoi frutti – continua il Direttore – e pone la Banca in una situazione privilegiata in un contesto economico locale che finalmente comincia a dare i primi concreti segnali di miglioramento abbastanza generalizzati. La Banca si pone come riferimento di tutti coloro che chiedono di poter trovare nella "loro" banca locale umanità, prossimità di interessi, capacità di ascolto, professionalità, trasparenza e correttezza di comportamenti".

mercoledì 21 gennaio 2015

La Banca della Provincia di Macerata sbarca a San Severino

La Banca della Provincia di Macerata, lunedì 26 gennaio, inaugurerà un nuovo Punto Servizi ubicato in Via Gorgonero 28/e a San Severino Marche, che andrà ad aggiungersi a quelli già presenti a Piediripa, Camerino e Recanati.

La Banca, che con la nuova apertura disporrà di un'articolazione territoriale di otto sedi tra filiali e Punto Servizi, prosegue quindi nel proprio piano di crescita incentrato sul sostegno all'economia locale, con particolare attenzione alle imprese produttive e alle famiglie. Espansione e presenza sul territorio sono da sempre il binomio strategico che contraddistingue questo giovane e dinamico Istituto.

La Banca ha pianificato la propria strategia di ampliamento puntando molto sullo sviluppo di Punti Servizi, punti vendita ad alto contenuto tecnologico e professionale, caratterizzati dalla presenza fisica di promotori finanziari in grado di offrire consulenza personalizzata con orari molto flessibili.
L'organico della nuova struttura è giovane, dinamico, versatile e professionalmente di alto profilo, rappresentativo dell'immagine e del modello che la Banca della Provincia di Macerata ha costruito in questi anni nel territorio maceratese.

Si invitano pertanto tutti gli interessati a partecipare all'evento in programma per lunedì 26 gennaio con inizio alle ore 17.30. Sarà sicuramente una buona occasione per ammirare da vicino l'innovativo layout della sede e per ricevere tutte le informazioni sulle modalità operative proposte da questa giovane realtà.

lunedì 12 gennaio 2015

Animazione e Clownterapia: Banca Macerata finanzia un nuovo progetto



“Animazione e Sorriso per vincere l’emarginazione”. E’ questo il nome del nuovo progetto interamente finanziato dalla Banca della Provincia di Macerata a favore dell’Associazione AVULSS di Corridonia. Un’iniziativa rivolta innanzitutto a soggetti deboli a rischio di emarginazione, in particolare agli anziani ed ai bambini e ragazzi con diverse abilità.

Il programma si basa su attività di clownterapia, oggi riconosciuta come ramo della medicina che considera il riso una risorsa in grado di “curare, prevenire, riabilitare” e valorizza la gioia come strumento da promuovere ed introdurre in tutti gli ambienti, in particolare negli ambienti in cui si soffre.
Le attività saranno presentate in forma laboratoriale e permetteranno a tutti i partecipanti di sperimentarsi ed essere protagonisti attivi del percorso.
Al termine del progetto sarà prevista l’organizzazione di un work shop sulla clownterapia, nel quale saranno i ragazzi disabili ed anziani insieme ai volontari a condurre le varie attività, condividendo l’esperienza del percorso vissuto.

L’iniziativa, che si aggiunge alle altre finanziate e supportate dalla Banca della Provincia di Macerata, rappresenta il modo con il quale l’Istituto intende la propria mission: occuparsi e preoccuparsi di tutto quanto attiene al territorio, dalla finanza alla cultura, dalla sanità allo sport, senza trascurare l’attenzione alle persone con diverse abilità che convivono quotidianamente con situazioni di difficoltà e sofferenza. 

Il progetto viene sviluppato dall’AVULSS di Corridonia, che nasce come Associazione di Volontariato in campo Socio-sanitario nel 1982 e continua in modo ininterrotto il proprio servizio da oltre 32 anni. Fortemente legata al territorio della provincia di Macerata e ai suoi bisogni, AVULSS si propone come forza di cambiamento sociale e testimonianza di condivisione fraterna.


CLICCA QUI PER SCARICARE LE FOTO DELLA CONFERENZA STAMPA